Trekking su lunga distanza

Trekking su lunga distanza

I sentieri di Grande Randonnée (Trekking su lunga distanza)

I cammini di pellegrinaggio di Santiago de Compostela e di Roma

GR®653D (Trekking segnalato in bianco e rosso): Tracciato lungo la via Domitia, che collegava Roma alla Spagna, il cammino di Santiago di Compostela attraversa le Alpi di Alta Provenza dall’Italia, 145 km da Venterol a Cereste, per un itinerario che è un susseguirsi di bellissimi luoghi e monumenti.

Il GR®4 detto il « provenzale » (410 km)

Dall’entroterra della città di Grasse sino alla valle del Rodano, vi offre tutti i migliori paesaggi provenzali. Arriva fino al corso del Verdon dove supera il grande canyon passando dal celebre « sentiero Martel ».

Per poi continuare, una volta superate le immense colture di lavanda della piana di Valensole, attraverso le colline di Manosque e del Parco Naturale Regionale del Luberon e arrivare infine al Monte Ventoux.

La Grande Traversata delle Prealpi

La GTPA trekking è un percorso di 190 km; come la Grande Traversata delle Alpi sua sorella « maggiore », questo itinerario collega il Nord al Sud, Sisteron a Entrevaux. Ma lungo questo percorso la montagna diventa più pianeggiante, più accogliente, più umana.

Foreste, piane, alpeggi e villaggi mettono in evidenza le loro bellezze per piacere agli escursionisti.
Che al ritmo tranquillo dei loro passi, scoprono villaggi e paesaggi di Alta Provenza: Valle del Buech, montagna di Lure, cittadella di Sisteron, Digne-les-Bains città termale, Valle del Verdon; quanti nomi che cantano la melodia della Provenza.

Le Torri di Lure

Trekking su lunga distanza« Nel paese di Giono » la lunga cresta della montagna di Lure costituisce un’impressionante barriera naturale. La pittoresca valle del Jabron convoglia i torrenti del suo ripido versante nord. Il costone soleggiato della montagna offre invece un paesaggio in cui l’importanza dell’occupazione umana e l’area agricola si accentuano poco a poco.

La regione intorno a Forcalquier, incastonata da numerose vallate, mostra paesaggi assai vari, ad immagine dei magnifici villaggi caratteristici che la costituiscono: Simiane la Rotonde, Banon, Mane, Ongles, Saumane, Saint Etienne Les Orgues.

Le Torri de Haut Verdon

l’alta valle del Verdon, a monte del gran canyon, appartiene senza dubbio al settore alpino. Ad ovest è circondata dalle cime dell’alta Bléone e comunica a nord con la valle dell’Ubaye oltre le elevate creste del Col d’Allos.

Per finire ad est dove si vedono il lago d’Allos e il Mont Pelat (culminante a 3050m, è il più semplice a scalare dei monti alpini « a tremila), gioiello del Parco Nazionale del Mercantour.

Il sentiero GR®6

Trekking su lunga distanzadall’Ubaye al Luberon : Scendendo dalla Haute Ubaye, offre lo spettacolo dell’alta montagna laddove il sentiero supera il colle della Pare a 2655 m. di altitudine.
Lascia mano a mano rocce e alpeggi per raggiungere le foreste delle valli della Blanche e del Vançon.
A partire da Sisteron sono i paesaggi e i profumi dell’Alta Provenza che costituiranno il prosieguo del percorso per finire con la traversata della montagna di Lure tanto cara a Giono.

Le Torri de Haut Verdon

l’alta valle del Verdon, a monte del gran canyon, appartiene senza dubbio al settore alpino. Ad ovest è circondata dalle cime dell’alta Bléone e comunica a nord con la valle dell’Ubaye oltre le elevate creste del Col d’Allos.
Per finire ad est dove si vedono il lago d’Allos e il Mont Pelat (culminante a 3050m, è il più semplice a scalare dei monti alpini « a tremila), gioiello del Parco Nazionale del Mercantour.

Il trekking italo-francese da Digne-les-Bains a Cuneo

Il territorio che vi invitiamo a scoprire ed a percorrere a piedi è una zona di alta montagna a dimensione umana, corrispondente alla parte orientale delle Alpi di Alta Provenza e alla parte occidentale della provincia di Cuneo.
È una vasta area montagnosa alpina, costituita da otto valli abitate tutto l’anno, suddivise sui due versanti della frontiera.

Il GR®56 Tour de l’Ubaye

Trekking su lunga distanza(145 km, con segnalazioni bianche e rosse) : Dai colli ai laghi, scoprite il patrimonio del Parco del Mercantour e dell’Ubaye.
In un ambiente eccezionale dalla verdeggiante natura, attraversate in sei giorni molti villaggi tipici dove potrete pernottare in rifugi e alloggi di sosta.

Il massiccio de Monges

Il massiccio de Monges è teatro di una ricchezza naturale e geologica incredibile. Vari sentieri segnalati permettono di scoprire in uno o in sei giorni i paesaggi di quest’area suddivisa tra cinque comuni da non perdere: Authon, Bayons, Barles, Auzet et Selonnet.